Contributo per abbattimento barriere architettoniche

Contributo per abbattimento barriere architettoniche

 

DESCRIZIONE

La Regione Toscana finanzia, con risorse proprie determinate annualmente con Legge di bilancio, l’esecuzione di opere e interventi direttamente finalizzati al superamento e all’eliminazione delle barriere architettoniche nelle civili abitazioni dove sono residenti persone disabili.

Per richiedere la concessione di contributi per l’abbattimento delle barriere architettoniche è necessario presentare una domanda al Comune di residenza ovvero dove si trova l’immobile oggetto dell’intervento. La domanda, corredata della documentazione prevista, deve contenere la descrizione delle opere da realizzare, delle attrezzature da acquistare e da installare, l’indicazione del relativo preventivo di spesa e la dichiarazione che attesta che i lavori non sono stati avviati o realizzati

Il Comune riceve le domande entro il 31 dicembre di ogni anno e le trasmette successivamente all’Unione di Comuni Montana Lunigiana.

Entro il 31 marzo di ogni anno, attraverso una commissione opportunamente nominata dall’Unione di Comuni, vengono formulate le graduatorie dei soggetti che hanno presentato validamente la domanda per il contributo, attribuendo a ciascuno di essi un punteggio determinato dalle disposizioni di cui al “Regolamento di attuazione dell’art. 5quater della L.R. 9 settembre 1991  n. 47 (Norme sull’eliminazione delle barriere architettoniche) approvato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale 3 gennaio 2005 n. 1/R.

REQUISITI

Per accedere ai contributi possono presentare domanda:

1) le persone disabili con menomazioni o limitazioni permanenti di carattere fisico o di carattere o sensoriale che abbiano la residenza anagrafica negli edifici interessati dagli interventi di eliminazione delle barriere architettoniche oppure i soggetti sopra indicati che assumano la residenza anagrafica negli edifici interessati dagli interventi di eliminazione delle barriere architettoniche entro tre mesi dal momento della comunicazione del Comune dell’ammissione al contributo quale beneficiario;

2) coloro che esercitano la tutela, la potestà ovvero l’amministratore di sostegno dei soggetti sopra indicati.

TIPOLOGIE DI INTERVENTO

Opere edilizie direttamente finalizzate all’eliminazione delle barriere architettoniche, fisiche e percettive nelle abitazioni civili e nelle parti condominiali.

Acquisto e installazione di attrezzature direttamente finalizzate all’eliminazione delle barriere architettoniche, fisiche e percettive quali:

– mezzi idonei a garantire il superamento dei dislivelli da parte delle persone con problemi di mobilità;

– strumenti idonei a favorire la sicurezza d’uso e la fruibilità degli spazi da parte delle persone disabili;

– dispositivi idonei a favorire l’orientamento e la mobilità negli ambienti;

– dispositivi impiantistici idonei a favorire l’autonomia domestica delle persone disabili.

 

CONTRIBUTO

Il contributo, nei limiti delle disponibilità finanziarie che saranno attribuite al Comune / Unione di Comuni dalla Regione Toscana.

Per le opere edilizie possono essere concessi contributi in misura non superiore al 50% della spesa effettivamente sostenuta e comunque per un importo non superiore a € 7.500,00 per ogni singolo intervento. Per l’acquisto e installazione delle attrezzature possono essere concessi contributi in misura non superiore al 50% della spesa effettivamente sostenuta e comunque per un importo non superiore a 10.000,00 per ogni singolo intervento.

 

RIFERIMENTI NORMATIVI

Legge Regionale 9 Settembre 1991 n. 47 e s.m.i (link: http://raccoltanormativa.consiglio.regione.toscana.it/articolo?urndoc=urn:nir:regione.toscana:legge:1991-09-09;47 )

Regolamento Regionale n. 11/R del 3/01/2005 (link: http://raccoltanormativa.consiglio.regione.toscana.it/articolo?urndoc=urn:nir:regione.toscana:regolamento.giunta:2005-01-03;11/R )

 

 

MODULISTICA

Domanda per la concessione del contributo regionale per abbattimento barriere architettoniche  (PDF)

"